Lockdown e figli

Gli interventi richiesti in questo momento a supporto della genitorialità hanno come tema centrale i figli che vivono con difficoltà i lockdown.

COSA STANNO VIVENDO I NOSTRI FIGLI?

Naturalmente non è possibile individuare un modo univoco di gestire e vivere questa situazione.

Ci sono bambini tranquilli e sereni, che vivono senza troppi disturbi la situazione, altri meno.

Al di là di quelle che sono le predisposizioni naturali e i caratteri, un ruolo importante lo ha il comportamento dei genitori.

COSA  FARE?

L’atteggiamento migliore è quello di presa di coscienza della situazione attuale e delle difficoltà che comporta, mantenendo però un senso di possibilità e di ottimismo, che influenzerà positivamente i nostri figli.

Parlare, rimane sempre la cosa più importante. Rassicurarli, accogliere le loro sofferenze senza giudizio e senza minimizzazione, ma senza nemmeno ingigantire il tutto.

LA RELATIVITA’

Uno dei concetti che, come genitori, può maggiormente venire in nostro aiuto, è quello della relatività.

Quello su cui ci si deve maggiormente concentrare è la comprensione che tutto quello che stiamo vivendo, non sarà per sempre. Prima o poi, torneremo alle nostre abitudini, alla nostra quotidianità.

RESILIENZA

Approfittiamo della situazione per insegnare ai nostri figli la resilienza. Un’importante capacità che permetterà loro di sapersi rialzare dopo qualsiasi difficoltà incontreranno nella vita. Per ripartire più forti e tenaci di prima e fare in modo che quanto vissuto siano un momento di crescita. Che non vanifica le difficoltà vissute.

UN MANTRA

E come diceva la psicologa statunitense Virginia Satir:

PsicoLinee | Virginia satir, Words, Writer

 

In caso di aiuto in merito contattatemi: chiara@studiomotti.it

 


se questo articolo ti è stato utile condividilo:

dott.ssa Chiara Motti

Mediatrice Familiare // Counselor // Supporto alla genitorialità // Conduttrice gruppi di parola